Recenti, drammatici eventi, riportano l’attenzione sulle nuove droghe sintetiche di facile accesso soprattutto per i giovani in discoteca. Particolarmente importante diventa ricorrere a monitoraggi e analisi che aiutino ad individuarle.

Attualmente sono stati individuati 300 tipi di fenetilamine, droghe ad azione psicoattiva e stimolante piuttosto ampia che includono l’amfetamina, la metamfetamina e la MDMA. Conosciute come Ecstasy, Batman, Ice e innumerevoli altri nomi, le amfetamine sintetiche si trovano sotto forma di pasticche, ma anche polvere e cristalli da inalare. Hanno effetti euforizzanti, tolgono il senso della fame, della sete e della stanchezza, ma si possono avere sintomi quali agitazione, convulsioni, allucinazioni visive, tachicardia, danni agli organi. L’aumento della temperatura causato dalla droga, abbinato al consumo in ambienti caldi e affollati come le discoteche, può portare al colpo di calore e al decesso per arresto cardiaco.

Inoltre nel corso del 2014 sono state segnalate in Europa 101 nuove droghe sintetiche. L’elenco di queste sostanze è stato dominato da due gruppi: cannabinoidi sintetici e catinoni sintetici.

cannabinoidi sintetici (spesso chiamati con nomi come Spice, K2, e Blaze) rappresentano una tendenza pericolosa e in aumento sia negli Stati Uniti sia in Europa. Vendute sotto forma di pacchetti d’incenso, liquidi o miscele di erbe con nomi come Spice, K2, Blaze, Bonzai, sono sostanze sintetiche che assomigliano chimicamente ai cannabinoidi e vengono spruzzate o mescolate su erba di bassa qualità, aumentandone la potenza. I rischi per la salute includono ictus, catatonia e paralisi temporanea.

I “sali da bagno” si riferiscono ad un gruppo di stimolanti sintetici, i catinoni, e sono venduti sotto forma di pasticche o polveri da inalare, con nomi come Meow meow, Magic, Vanilla Sky.
Queste droghe possono essere assunte per via orale, nasale, e per via endovenosa, e gli effetti possono variare ampiamente: le persone sotto l’influenza di catinoni spesso diventano violente e possono causare gravi danni a se stesse e agli altri, inoltre queste sostanze possono causare significativi rischi per la salute, come infarto e ictus.

Accanto al mercato delle “droghe sintetiche” ha iniziato a diffondersi la produzione e lo spaccio di miscele di principi attivi diversi, dagli effetti spesso imprevedibili. Ne sono esempio i tre adolescenti ricoverati a Napoli con gravi disturbi neurologici e difficoltà motorie, che avevano fumato “amnèsia”, un miscuglio di cannabis, metadone o eroina, e la probabile aggiunta di qualche ulteriore sostanza. Venduta a bassissimo prezzo e spesso spacciata per marijuana, crea una rapida dipendenza, con disturbi della memoria che si protraggono per giorni.

Il nostro esame del capello consente di individuare l’uso di queste nuove droghe anche della classe delle fenetilamine, i cui nuovi composti creano difficoltà di individuazione. Nel caso dei cannabinoidi sintetici l’esame permette di scoprire comunque l’uso degli essenziali principi attivi; l’esame della saliva rileva anche le altre sostanze chimiche entro le 24-48 ore dall’uso.